Home Moda China Fashion Week

China Fashion Week

Scritto da Livia Piredda

Continua il nostro viaggio attraverso le fashion week internazionali. Dopo Lisbona, atterriamo a Pechino per la Chinese Fashion Week, un appuntamento che sta diventando sempre più influente nel panorama della moda internazionale. Non molto tempo fa avevamo visto come i designer orientali, soprattutto cinesi, avevano solcato le passerelle della fashion week di Milano stupendo tutti con il loro stile essenziale e minimalista. Se in quell’occasione abbiamo conosciuto solo una parte dei designer emergenti, ora entriamo nel vivo della moda cinese e scopriamo l’immenso mondo dei talenti asiatici.

Nell’ultima edizione della fashion week cinese c’è molto da apprezzare e tener a mente per il futuro.  A partire dal brand EP che propone abiti ma soprattutto cappotti dai tagli e accostamenti di tessuti interessanti. Uno stile classico ma allo stesso tempo forte e diretto come la donna che li indossa.  La stessa forza viene riposta anche dallo stilista Liuyong nella sua nuova collezione caratterizzata da vere e proprie divise militari in cui è indistinguibile la differenza tra uomo e donna. Lo stilista presenta capi unisex dai tagli molto maschili per uno stile quasi austero.

Dalla staticità delle linee di EP e Liuyong passiamo alla morbidezza degli outfit di Liu Wei. La collezione Zenith Life è un omaggio alla purezza e leggerezza tipiche della cultura cinese. Tuniche, cappotti e abiti di seta cingono la silhouette delle modelle facendo di loro vere e proprie creature eteree. Lontana, invece, dall’immaginario della moda a cui siamo soliti fare riferimento è la collezione di BIFT MMU SCU. Gli abiti, vicine più a sculture artistiche, ricordano le collezioni destrutturate del tanto amato Alexander McQueen.

Wang Ying ci riporta all’antica tradizione dei samurai con il suo esercito di modelle. Abiti lineari dai colori neutri arricchiti da fantasie geometriche, trasmettono la compostezza e rigidità di guerriere che non rinunciano alla propria femminilità. Se con Ying veniamo proiettati nel passato, N.PAIA ci accompagna verso il futuro. Armature tessili squadrate dalle linee ben definite tanto care alla tradizione sartoriale occidentale creano un connubio equilibrato con quelle della cultura asiatica.

Seppur il mercato della moda cinese sia ancora in crescita, le sue influenze già fanno parte del nostro immaginario collettivo. Non è una leggenda che i designer stiano lentamente conquistando le più importanti passerelle del mondo, e dopo questo breve viaggio attraverso al fashion week cinese abbiamo anche capito il motivo. Non ci resta che aspettare di vedere la loro ascesa definitiva. Per ora continuiamo il nostro percorso alla scoperta di altri validi designer internazionali

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: