Home Moda Bread&Butter: il festival made in Zalando.

Bread&Butter: il festival made in Zalando.

Scritto da Noemi Clarizio

Memore del grande successo della prima edizione, anche quest’anno il Bread&Butter, il Festival of Style and Culture di casa Zalando, chiude con quasi 30 mila visitatori ed un seguito incredibile sui social.

Tre giorni di moda, musica, ciboe anche fitness, ideati da uno dal gigante dell’e-commerce Made in Germany, che hanno visto la capitale tedesca invasa dai social addicted di tutto il mondo; catwalks, workshop e talks dei più svariati argomenti, e ancora Dj Set di artisti locali e  internazioli e angoli di street food stellati; tutto questo e svariati centinaia di post sui socials sono stati i tre giorni del B&&B all’ Arena di Berlino.

 

Tra le personalità di spicco presenti durante la manifestazione troviamo l’iconica Vievienne Westwood, il co-founder di Dazed Media Jafferson Hack, la modella e attivista britannica Adwoa Aboah,  e ancora nomi come David Fisher, Julia Restoin Roitfeld e Sang Woo Kim.  Moltissimi anche i brands, la maggior parte di spicco nel panorama dello sportswear ad aver mostrato tutte le loro novità con sfilate e workshop come Nike, Puma,  Levi’s, Fila, Topshop, Topman, Converse, Jil Sander Navy, e un’altra davvero lunga lista di nomi.

La schelude giornaliera prevedeva inoltre uno o più  dj set e music session di artisti internazionali diversi ogni sera, il tutto accompagnato da ricette di street food provenienti da ogni angolo del globo, rivisitate in chiave fashion e dunque molto ma molto fotogeniche.

Al diavolo l’elitarietà ormai piuttosto demodé di molte manifestazioni di moda attuali; per partecipare alla manifestazione bastava comprare il biglietto e les jeux sont faits; un connubio di cultura, moda, musica e buon cibo, un inno al coraggio di esprimere la propria unicità: BE BOLD è infatti il motto che ha ispirato l’intera manifestazione. Un modo nuovo quindi di fare moda, cultura ma soprattutto contemporaneità che ha decisamente lasciato soddistatto il pubblico di millennials che impaziente, da ogni angolo del globo, è accorso.

 

 

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: